Prima di mettere al mondo un figlio aspetto di diventare un buon genitore…


Ti sembra paradossale vero? In effetti lo è,  si tratta di una mera provocazione: purtroppo o per fortuna, al ruolo di padre o madre non è possibile prepararsi in anticipo; genitori non si nasce, si diventa, l’esperienza va fatta sul campo e non ci sono libri o maestri che ti possano aiutare, perché ogni bambino è diverso da qualunque altro, non ci sono pattern da applicare, se non quello di aprirsi alle indicazioni del proprio cuore.

Il ruolo del genitore è spesso fatto di paradossi, di contraddizioni, di non sensi; i figli ti cambiano il modo di vedere la vita, a patto che tu sia disposto ad imparare qualcosa dagli errori che sicuramente commetterai nel rapportarti a loro. Chi è genitore non avrà difficoltà ad essere d’accordo con me, quante volte si sente pronunciare la frase: “se non hai figli non puoi capire”…

Eppure non ci si rende conto di una cosa: il campo di applicazione di queste mie considerazioni è molto più vasto, non si limita al rapporto coi figli. In ogni attività della vita quello che alla fine veramente conta è l’esperienza, le dichiarazioni d’intenti o le considerazioni teoriche lasciano il tempo che trovano. L’unico modo che hai per imparare a fare una cosa, o per sapere se sarai mai in grado di riuscirci, è quello di farla!

A domani Low

Credo nell’importanza della scuola, certo, ma il ruolo prioritario che un tempo assegnavo alla teoria mi ha portato più volte fuori strada; vale più la pratica della grammatica, si dice, e credo sia vero. Per troppo tempo sono stato un teorico, uno che sapeva come si fanno le cose e che non sbagliava mai, certo, perché non metteva nulla in pratica: chi non fa non falla, questo è sicuro.

Ma col tempo mi sono convinto che è meglio commettere errori piuttosto che rimanere inerti, una scelta sbagliata è migliore dell’indecisione; è meglio fare che parlare. E allora, il mio suggerimento è questo: non aspettare di raggiungere l’onniscienza prima di lanciarti in un’impresa, è tutta un’illusione: informati sul tema, cerca di capire dove si va a parare, ma poi buttati; leggendo migliaia di libri non imparerai mai a nuotare o ad andare in bicicletta, la vita è questa, non temere gli errori, perché sarà grazie a loro, e non ai libri, che potrai diventare esperto!

E bada: quella di indugiare sulla preparazione teorica il più delle volte è solo una bugia che ti stai raccontando, il cui vero scopo è quello di procrastinare l’inizio dell’attività per paura del fallimento.

«Sono le azioni che contano. I nostri pensieri, per quanto buoni possano essere, sono perle false fintanto che non vengono trasformati in azioni. Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo.» (Mahatma Gandhi)

2 pensieri su “Prima di mettere al mondo un figlio aspetto di diventare un buon genitore…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...